La Repubblica Veneta - Sport e Motori - La FemiCz Rugby Rovigo conferma la sua imbattibilità
 
 
 
La Repubblica Veneta

Luciano Rizzato
 
 
 
 
 
SPORT E MOTORI
Share |
 
La FemiCz Rugby Rovigo conferma la sua imbattibilità
Entusiasmo generale in casa della Femi-Cz Rugby Rovigo che nella terza gara al “Battaglini” batte anche il Montepaschi Viadana. Risultato di 24-23 per i rodigini...

Entusiasmo generale in casa della Femi-Cz Rugby Rovigo che nella terza gara al “Battaglini” batte anche il Montepaschi Viadana. Risultato di 24-23 per i rodigini, che da subito sentono la pressione degli avversari che giocano nove fasi nei primi due minuti di gara, fino all’in avanti di Quinnel a meta-campo. Rovigo non demorde Legora con un up & under manda in caccia Mahoney e Britz su Law, che concede la touche sui 22 al 3’; Bustos in prima fase effettua un crosskick e mischia per Rovigo. Al 5’ occasionissima per i rossoblu: Johansson effettua un up & under nei propri 22, Harvey schiaffeggia ma regala palla a Reato, che apre per Bacchetti, fermato sulla linea anche se Viadana concede l’introduzione.
E’ meta Rovigo in prima fase al 7’: Bustos apre sul secondo blocco d’attacco, Pizarro alza le braccia e serve Sanchez in sostegno a sinistra. Basson trasforma per il 7-0.
La reazione giallonera è veemente: Canavosio si incunea a raso di una ruck ed i trequarti polesani sono in fuorigioco. Law va dalla piazzola sui 30 metri e trasforma il penalty centrale del 7-3.
Al 13’ il ping pong tattico al piede premia Viadana: Bacchetti è pressato sulla propria linea di meta ma rimane in piedi non concedendo il tenuto. I mantovani usufruiscono comunque dell’introduzione sui 5 metri rossoblu; l’organizzazione viadanese è troppo efficace e Murphy può schiacciare comodamente. Law trasforma 7-10 per il vantaggio ospite di 7-10.
Gran Rovigo al 17’: sull’up & under di Legora, Pace concede l’in avanti, Favaro gioca il vantaggio e sulla fase successiva il crosskick di Bustos è preda di Sanchez e Basson, che braccano Robertson. Calcio piazzato per il Rovigo da 35 metri sull’out sinistro che Basson converte (10-10).
Johansson sbaglia il calcio di rinvio; Rovigo vince la touche, Busto gioca la prima fase all’interno per Bacchetti che trova il buco vincente in bandiera destra. Basson fallisce la difficile trasformazione (10-15).
Viadana continua a premere basta una disattenzione sulla prima fase di Johansson per Pace e i giallo-neri va a marcare in mezzo ai pali con Pace. Law converte per il 15-17, ma al 30’ è
Basson che trasforma un calcio piazzato e porta i suoi sul 18-17.
Il secondo tempo inizia all’inverso del primo: è Rovigo a manovrare mantenendo possessi prolungati. Un pallone lento è ripulito da Mahoney, Legora apre per Bustos che sbaglia il drop centrale da 40 metri, ma raccoglie la punizione per fuorigioco dei trequarti che Basson converte: 21-17. Rovigo ha un’altra occasione da meta al 5’, ma Orlandi non controlla lungo l’out sinistro il pallone scaricato da un ottimo Giuria e Viadana si salva.
Love prova a far girare il match con ben 4 sostituzioni e Rovigo è messo in crisi soprattutto in touche dal neo entrato Erasmus. Ma i rossoblu non difettano sulla pressione esercitata sugli up & under; è Favaro a conquistare l’ennesimo calcio di punizione sul tenuto di Robertson all’altezza dei propri 10 metri, dopo un preciso calcio di Legora.
La classe del neozelandese Hore frutta due precise touche sui 22 metri rossoblu. L’MPS gioca vicino ai punti d’incontro fino a che la Femi-Cz concede la punizione. Viadana chiede una mischia e dopo 3 fasi beneficia di un altro piazzato, davanti ai pali, che stavolta Law realizza al piede, portando i suoi a -1 (21-20).
Viadana sembra più fresco nell’ultimo quarto di gara, soprattutto sui punti d’incontro. Rovigo difende con grande spirito di sacrificio e Pellegrini commette un’ingenuità davanti ai pali che vale il sorpasso dei mantovani con Law su piazzato (21-23).
Sanchez e Basson bombardano di up & under il triangolo allargato fino a che Birchall concede l’in avanti. Basson va per il drop in terza fase ma il tentativo è fuori misura. E’ sempre dalla pressione sul gioco al piede che Rovigo raccoglie occasioni. Un’altra mischia a metacarpo frutta il buco di Immelman, fermato irregolarmente davatnti ai pali. E’ il 35’ quando Basson ricaccia davanti i suoi (24-23).
Il quarto uomo segnala 4’ di recupero quando Viadana gioca a ping pong con Basson, fino a che Robertson contrattacca, trovando il buco a metacampo, bloccato da Bustos e Favaro. Viadana sfrutta l’introduzione per lo stillicidio di pick and go, con cui guadagna 20 metri in 3’, sperando di indurre al fallo i rossoblu sulla ruck. Rovigo resiste, concede metri fino all’in avanti di Rouyet ed i ragazzi di Brunello e Brizzante possono esplodere.

Sugli spalti dello stadio “M. Battaglini” che da anni non era così gremito – circa 2300 persone – erano presenti il c.t. della Nazionale italiana di rugby, Nick Mallett, il team manager Carlo Checchinato e il preparatore atletico degli azzurri, Alex Marco.

Ora la Femi Cz Rugby Rovigo osserverà una settimana di riposo per tornare ad allenarsi il 10 novembre e disputare l’amichevole contro la Nazionale A – in raduno a Rovigo – il giorno 13.

Dichiarazioni post-gara

L’allenatore della Nazionale italiana di rugby, ex terza linea rossoblu ad inizio anni ’80, Nick Mallett: “Una gran bella partita, ottima la meta di Bacchetti, benissimo le touche, qualche piccolo problema in mischia, ma nella sostanza il Rovigo ha dimostrato un grande carattere. Mi è piaciuto molto Favaro, la difesa è stata estremamente coraggiosa. Ovviamente si è giocato meglio il primo tempo, nel secondo è subentrata un po’ la stanchezza e il timore di non mantenere il vantaggio. Sono contento per Rovigo”.

Il preparatore atletico azzurro, Alex Marco: “Ho visto dei tre quarti molto veloci e un buon gruppo in generale. Bravi i giovani Bacchetti, Favaro, De Marchi che stiamo tenendo d’occhio da tempo”.

Andrea Scanavacca, team manager della Femi Cz Rugby Rovigo: “Credo che in questo momento sia stata acquisita a tutti gli effetti la mentalità vincente. Per tutti gli 80’ abbiamo meritato di vincere. Ringrazio il pubblico rodigino che ha risposto all’invito rivolto in settimana. Quasi 2300 persone ci hanno sostenuto e questo ci gratifica molto. Il buon lavoro che stiamo facendo lo verifico anche dai contatti di giocatori italiani che sono interessati per la prossima stagione a vestire la maglia del Rovigo”.

Susanna Vecchi, presidente rossoblu: “Oggi abbiamo dimostrato una maturità incredibile. Un successo costruito minuto per minuto contro un avversario di rango”.

L’allenatore dei bersaglieri, Massimo Brunello: “Partita interpretata perfettamente, tatticamente ineccepibile, abbiamo contrastato un Viadana in ottima forma e questo mi fa ancora più piacere ed onore”.

Il man of the match, Simone Favaro: “Il premio è solo un simbolo. Tutti abbiamo contribuito alla vittoria, tutti abbiamo dato il 110% “.

Stadio “M. Battaglini” - Rovigo

Femi-Cz Rovigo - Montepaschi Viadana 24-23 (pt 18-17)

Arbitro: Falzone (Padova)

Giudici di Linea: Marrama (Padova), Corda (Parma)

Quarto Uomo: Armanini (Parma)

Marcatori: Pt- 7’ meta Sanchez tr Basson, 9’ cp Law, 14’ meta Murphy tr Law, 18’ cp Basson, 20’ meta Bacchetti, 26’ meta Pace tr Law, 30’ cp Basson.
St- 2’ cp Basson, 21’ cp Law, 29’ cp Law, 36’ cp Basson.

Femi-Cz Rovigo: Basson; Sanchez, Di Maura (1’ st Pellegrini), Pizarro, Bacchetti; Bustos, Legora (26’ st Canale); Immelman (37’ st Anouer), Giuria (34’ st Barion), Favaro; Britz, Reato (Cap.); Orlandi (21’ st Sclosa), Mahoney (38’ st Damiano), De Marchi. All.: Brunello.
A disposizione: Pavin.

Montepaschi Viadana: Law; Robertson, Harvey (11’ st Hore), Cox, Pace; Johansson, Canavosio (32’ st Brancoli); Murphy, Birchall, Sole; Geldenhuys (Cap.), Quinnell (11’ st Erasmus); Rouyet, Battilana (11’ st Santamaria), Cagna (11’ st Milani). All.: Love
A disposizione: Accorsi.

Calci di punizione: Basson (Cp 4/5, tr 1/2, drop 0/1), Bustos (dr 0/1), Law (Cp 3/3, tr 2/2)

Groupama Assicurazioni Man of the Match: Simone Favaro (Femi-Cz Rugby Rovigo)

Punti conquistati in classifica: Femi-Cz Rovigo 4, Montepaschi Viadana 1

Spettatori: 2300
 

03/11/2008 | 1607
 
 
EDITORIALE
C'è chi si compra un'isola greca e chi non ha un Paese che lo accoglie
 
 
APPUNTAMENTI
 
 
PHOTOGALLERY
Summer Voice 2015 Ceregnano
Da Trecenta a Milano in bici
Costina Day 2015
BB King in concerto
Biennale Arte Venezia 2015
Guadagnolo, le opere
Visualizza tutte    
 
 

IN EVIDENZA
Auto e moto d’epoca,
esenzione per tutti:
non occorre più l’iscrizione
all’Asi o al Fmi

 

Iva sulla Tia, per la Corte
di Cassazione non è dovuta.
I consumatori possono
chiedere il rimborso

 

Operatori telefonici scorretti
e molesti:
ecco come difendersi
dalle trappole

 

Tassa di concessione
governativa sui cellulari: ecco
come chiedere il rimborso

 

Diritto al recesso per acquisti
a casa o online:
ecco come farlo valere

 

Accertata la malattia, il lavoratore è libero di uscire 

 

Ecco cosa fare quando ci clonano la carta di credito o il bancomat

 

Energia elettrica:
come trovare la migliore offerta

 

La multa è valida anche se il giallo del semaforo dura poco

 

 

 
METEO
 
 
OROSCOPO ON LINE

 
 

LINKS
ADICO Associazione
Difesa Consumatori

 

GUERRATO Spa

 

Socialista LAB

 

 
 
 
  Supplemento telematico a "La Repubblica Veneta" Aut. Trib. Ro n.11/84.
Powered by Internetimage.it [Web Agency] | Copyright © 2008 - NOTE LEGALI