La Repubblica Veneta - Societa' - Premiate alla Fondazione di Venezia le tre classi vincitrici
 
 
 
La Repubblica Veneta

Parent Project
 
 
 
 
 
SOCIETA'
Share |
 
YOUSCHOOL – 2A EDIZIONE DEL CONCORSO REGIONALE
Premiate alla Fondazione di Venezia le tre classi vincitrici
Ospite l'attore Giuseppe Battiston. Il protagonista di Pitza e datteri, colpito dal “senso di collettività che emerge dai video”, invita ad “ascoltare di più i giovani, perché ci mettono il cuore”, in riferimento al dibattito sulla moschea a Venezia: “Perché qui si è persa un’occasione”

Si è svolto questa mattina nella sede della Fondazione di Venezia l''evento di premiazione della 2a edizione del concorso regionale Youschool, ideato e promosso dalla Fondazione di Venezia in collaborazione con M9, Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Gruppo Pleiadi e PSegno, che ha visto la partecipazione di 20 classi di istituti superiori provenienti da tutto il Veneto che hanno ideato e realizzato un video raccontando i mutamenti prodotti dal progresso scientifico e dall''innovazione tecnologica nella società italiana contemporanea. Hanno partecipato all''incontro i circa 60 ragazzi delle tre classi vincitrici, con ospite speciale dell''evento l''attore Giuseppe Battiston.

La mattinata si è aperta con la proiezione di un collage di tutti i video che hanno partecipato al concorso, seguita dai saluti di Fabio Achilli, direttore della Fondazione di Venezia, che ha ricordato l''impegno della Fondazione nei progetti per la formazione dei giovani attraverso la filosofia dell''“imparare facendo”.

Achilli ha poi commentato: "YouSchool II ha portato risultati ancora più positivi dello scorso anno nel raccontare la storia del ''900 attraverso un uso intelligente degli strumenti che già utilizziamo ogni giorno. I due filoni maggiormente rappresentati nei lavori dei ragazzi sono quelli dedicato all''immigrazione, quindi a un tema di grande attualità, e quello focalizzato sull''arte, quindi di carattere creativo". Quattro in tutto i percorsi tematici tra cui le classi hanno dovuto scegliere: Emigrazioni ed immigrazioni: gli italiani da migranti ad ospiti; Diritti, doveri e parità: l’evoluzione della cittadinanza; L’altra faccia del progresso: inquinamento, rifiuti e consumo dei territori; Le arti nel Novecento: rivoluzioni e nuovi linguaggi.

Guido Guerzoni, project manager di M9, ha spiegato ai ragazzi come M9 sia "concepito proprio per la vostra fascia d''età, per crescere una generazione che ne segua poi lo sviluppo nel tempo. Elemento centrale è un''istituzione culturale di nuova generazione che lavora su passato, presente e futuro, un museo di narrazione che racconterà le storie del 900 sulla base di 8 temi. E i percorsi che voi avete sviluppato, scelti per YouSchool II, sono strettamente legati a questi temi, scelti anche per dare rilevanza ad aspetti trascurati dalla storiografia tradizionale".

Ha portato il suo saluto anche Livia Andrigo, dell''Ufficio Tecnico dell''Ufficio Scolastico Regionale del Veneto: “YouSchool è un progetto che in un solo anno è cresciuto molto sia sotto il profilo dei numeri che della qualità, in particolare dei contenuti, che sono veramente pregevoli”.

Cuore della mattinata sono state la proiezione e la premiazione dei video vincitori del concorso, accompagnate dalla condivisione delle motivazioni dei premi assegnati, che sono stati ricevuti da un docente e da due studenti per ciascuna classe. A ogni partecipante è stata inoltre consegnata una borsa YouSchool contenente un e-reader, parte del premio in palio.

Vincitore del Premio Progetto più originale è il video “Stopollution” della classe 4I dell''Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Vito Volterra” di San Donà di Piave (Venezia), scelto per la creatività, originalità e impegno dimostrati dalla classe nell''uso delle tecniche digitali, in particolare per la scelta dello “stop motion” che ha trasmesso con semplicità ed efficacia il messaggio ambientalista.

Il Premio per la critica va a “<< REWIND” della classe 4BLM dell''ISISS “Marco Minghetti” di Legnago (Verona), il cui merito sta nell''aver saputo esplorare in modo critico la storia dell''arte del ''900, narrandola attraverso la reinterpretazione di alcune famosissime opere, in particolar modo per la creatività e l''ironia usata nell''essersi messi in gioco in prima persona.

Infine il Premio Progetto più votato dalla Community YouSchool è stato assegnato a “Terra amata, terra perduta” della classe 3B dell''ITCG “Arturo Martini” di Castelfranco Veneto (Treviso), che ha ricevuto 312 sui complessivi 2.147 voti espressi dalla community sul sito www.you-school.it.

Ospite speciale dell''evento di premiazione è stato l''attore Giuseppe Battiston, ora nelle sale con il film Pitza e datteri, che ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza e commentato i lavori proiettati.

"Quello che mi ha colpito di più dei vostri lavori è il senso di collettività che ci avete messo, la partecipazione di tutti al progetto - ha spiegato Battiston - credo che le esperienze di questo tipo non debbano servire tanto a formare futuri professionisti nel campo delle arti ma teste pensanti e con capacità di analisi, spettatori critici più che artisti e attori: dovete uscire dalle scuole avendo uno sguardo aperto su quello che vedete e non subendolo come imposizione".

Battiston è poi entrato nel merito dei contenuti dei tre video vincitori: "Ci sono mille supporti per raccontare, e quelli che avete scelto hanno dato vita a lavori molto emozionanti su temi completamente differenti ma tutti di grande valore. A mio avviso il tema dell''immigrazione per quanto urgente non può essere considerato superiore all''urgenza dell''impadronirsi dell''esperienza artistica, così come affrontare il tema dell''inquinamento come avete scelto di fare voi è bello, forte e simbolico e colpisce più di tanti video che si trovano su Youtube".

L''attore è poi tornato sulla vicenda della moschea allestita dal Padiglione Islandese alla Misericordia, con il dibattito che si lega al suo ultimo film in uscita, Pitza e datteri: "Mai come in questa epoca è importante ascoltare i giovani, che hanno molto da insegnarci sul piano della maturità e della consapevolezza - ha esordito Battiston - non entro nel merito dell''affaire della moschea ma penso si sia persa un''occasione di dialogo e approfondimento della questione, preferendo a livello politico la strumentalizzazione e la chiusura “tecnica” del luogo. Voi invece - e si è rivolto nuovamente ai ragazzi presenti - mostrate di voler entrare nel cuore delle cose, e per questo dico che bisogna ascoltare il vostro punto di vista sul mondo".

Ciascuna classe vincitrice ha ricevuto 1.500 euro per l''acquisto di materiali didattici a ciascun istituto vincitore, un lettore e-reader portatile a ogni studente delle classi vincitrici e un buono per l''acquisto di libri del valore di 100 euro per ciascuno dei docenti delle classi vincitrici coinvolti nel progetto.

 


 

Info: www.casadorofungher.com

29/05/2015 | 12.46
 
 
EDITORIALE
C'è chi si compra un'isola greca e chi non ha un Paese che lo accoglie
 
 
APPUNTAMENTI
 
 
PHOTOGALLERY
Summer Voice 2015 Ceregnano
Da Trecenta a Milano in bici
Costina Day 2015
BB King in concerto
Biennale Arte Venezia 2015
Guadagnolo, le opere
Visualizza tutte    
 
 

IN EVIDENZA
Auto e moto d’epoca,
esenzione per tutti:
non occorre più l’iscrizione
all’Asi o al Fmi

 

Iva sulla Tia, per la Corte
di Cassazione non è dovuta.
I consumatori possono
chiedere il rimborso

 

Operatori telefonici scorretti
e molesti:
ecco come difendersi
dalle trappole

 

Tassa di concessione
governativa sui cellulari: ecco
come chiedere il rimborso

 

Diritto al recesso per acquisti
a casa o online:
ecco come farlo valere

 

Accertata la malattia, il lavoratore è libero di uscire 

 

Ecco cosa fare quando ci clonano la carta di credito o il bancomat

 

Energia elettrica:
come trovare la migliore offerta

 

La multa è valida anche se il giallo del semaforo dura poco

 

 

 
METEO
 
 
OROSCOPO ON LINE

 
 

LINKS
ADICO Associazione
Difesa Consumatori

 

GUERRATO Spa

 

Socialista LAB

 

 
 
 
  Supplemento telematico a "La Repubblica Veneta" Aut. Trib. Ro n.11/84.
Powered by Internetimage.it [Web Agency] | Copyright © 2008 - NOTE LEGALI